Lungolago di Cernobbio



Ho visitato Cernobbio per caso, una domenica di pallido sole di gennaio, con l'intenzione di passeggiare in città, a Como per l'esattezza. Purtroppo non sono stata l'unica con questa idea, e ho dovuto girare oltre un'ora nella speranza di cercare parcheggio, che infine non ho trovato. Il diversivo poteva essere Bellagio, ma ho scelto Cernobbio sbagliando strada. La sorpresa è stata piacevolissima. 




Il paesino, dato il freddo, era deserto. E per me che lo scoprivo per la prima volta, una vera chicca di pace. Dalle stradine adagiate sul Monte Bisbino, con una lieve e intensa passeggiata, si arriva al lungolago, anima della tranquilla ma vivissima in estate cittadina internazionale. 




Da qui si possono scorgere le barche, le colline, il parco con gli alberi caratteristici e le panchine, bere un caldo caffè con vista e salutare l'imbarcadero. A Cernobbio si mostra tutta la bellezza della provincia di Como e respirare l'aria a pieni polmoni porta via con sé la pesantezza della vita quotidiana. Al ritorno, le colline erano illuminate dal sole fioco della sera. In un paesaggio sublime e dolce la cui sensazione possono darla soltanto i bei libri che si leggono, quelli che scaldano il cuore.







1 commenti:

Carmine Volpe ha detto...

Cernobbio ha sempre un grande fascino anche d'inverno

Posta un commento

Nota