Kalambaka e le Meteore






Uno dei posti più affascinanti e sbalorditivi del cuore della Grecia si trova nei pressi di Kalambaka, un paesino sperduto, molto conosciuto per le sue Meteore.
Si tratta di grandi rocce scavate dal vento, che hanno preso una forma veramente particolare e spettacolare.
Difficile descriverle a parole, appaiono come delle torri naturali solitarie e all'apparenza inavvicinabili. Per arrivarci il percorso è impervio, sia per la strada (strettissima, che ti pare di cader giù, eppure è a doppio senso..) che sale su fino a delle montagne altissime (se trovate una giornata nebbiosa il paesaggio sarà spettacolare!) per poi ridiscendere, sia per le lunghe salite a gradini sconnessi che portano ai monasteri.
Ognuna di queste montagne infatti presenta un monastero nella sua cima, in tutto sono 24, ma soltanto 6 sono ancora abitati (gli altri sono andati parzialmente distrutti). Io sono salita fino in cima, e ne ho visitati soltanto due. La salita è veramente faticosa, ma il paesaggio e la visita sono una cosa veramente incredibile. 
Uno dei monasteri l'abbiamo visto completamente, al suo ingresso ci hanno fatto indossare una lunga gonna colorata (sia alle donne che agli uomini), l'abbigliamento, nonostante fosse estate, deve essere decoroso. All'interno un vero e proprio nucleo abitativo di frati, con le loro zone di preghiera, i giardini adibiti ad orti botanici, una chiesa, una sala di lavorazione dell'olio (in cui se ne può comprare se volete), e ampie terrazze con vista sulle Meteore (dove tira un vento assurdo) con paesaggio incantevole. 
L'altro monastero era femminile, ma le monache si nascondevano quasi. 

Un posto fuori dal mondo, magico, dove potrete ancora vedere le reti con le quali i monaci potevano avere contatti con il mondo..che scivolano lungo le montagne.

1 commenti:

farfaclau ha detto...

che belle foto!!!

Posta un commento

Nota